Mega rissa allo Staples center di Los Angeles con 3 espulsi e Harden vince da solo ! Tripla doppia storica per N. Jokic

Esordio casalingo amaro per i Lakers di LeBron James costretti ad arrendersi agli Houston Rockets 124-115 dopo aver perso all’esordio stagionale a Portland. La partita viene vinta da J. Harden che infila una serie di canestri nel finale chiudendo una sontuosa gara da 36 punti (10/19 dal campo, 5/10 da 3 punti, 11/15 ai liberi), 7 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi, 1 stoppata; ottima prova anche per C. Paul con una doppia doppia da 28 punti (9/17 dal campo, 3/6 da 3 punti, 7/9 ai liberi), 7 rimbalzi, 10 assist, 1 recupero; bene anche Capela con un’altra doppia doppia da 19 punti (9/16 dal campo), 12 rimbalzi, 1 stoppata. Sponda Lakers sono 7 i giocatori in doppia cifra capitanati da L. James con 24 punti. A 4′ dalla fine scoppia una rissa old stile che genera 3 espulsioni: se ne vanno anzitempo in spogliatoio C. Paul, R. Rondo, e B. Ingram. Tutto inizia da un fallo subito da Harden che, mentre protesta perchè vuole il canestro valido, subisce uno spintone da Ingram; successivamente Paul mette le mani in faccia a Rondo che regisce sferrandogli un pugno; la rissa degenera e nel parapiglia generale arriva Ingram che chiaramente sferra un altro gancio nel mucchio selvaggio. I Denver Nuggets distruggono i Phoenix Suns 119-91 mandando tutto il quintetto iniziale in doppia cifra. N. Jokic entra nella storia come primo giocatore dopo Wilt Chamberlain (1967) con una tripla doppia perfetta da 35 punti (11/11 dal campo, 3/3 da 3 punti, 10/11 ai liberi), 12 rimbalzi, 11 assist, 4 recuperi, 1 stoppata in 31′ di gioco. Minnesota, senza Butler, perde a Dallas 140-136 nonostante i 31 punti di K. Towns (9/16 dal campo, 4/6 da 3 punti, 9/10 ai liberi) e un ritrovato D. Rose che dalla panchina segna 28 punti (11/21 dal campo), 5 rimbalzi, 5 assist,  2 recuperi, 1 stoppata. Portland batte San Antonio 121-108; male Belinelli solo 2 punti per lui (0/6 dal campo, 2/3 ai liberi) in 17′. Detroit vince a Chicago 118-116 grazie ad un canestro di I. Smith. B. Griffin chiude con 33 punti (12/23 dal campo, 5/7 da 3 punti, 4/6 ai liberi), 12 rimbalzi, 5 assist, 1 stoppata. Sponda Bulls non bastano i 33 punti (12/21 dal campo) di Z. LaVine. Gli Hornets vincono di misura a Miami 113-112 con una grande prestazione di K. Walker da 39 punti (14/31 dal campo, 7/15 da 3 punti), 5 rimbalzi, 7 assist. Philadelphia batte Orlando 116-115 grazie ad una tripla di J. Redick che dalla panchina chiude con 31 punti (10/20 dal campo, 8/13 da 3 punti, 3/3 ai liberi) mentre J. Embiid lo supporta con una doppia doppia da 32 punti (13/26 dal campo, 3/5 da 3 punti), 10 rimbalzi e 3 assist. B. Simmons esce dal campo dopo 8′ causa infortunio. Dall’altra parte non bastano i 31 di Fournier (12/23 dal campo, 6/10 da  punti), la tripla doppia di N. Vucevic da 27 punti (10/15 dal campo, 4/4 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 13 rimbalzi, 12 assist, 2 recuperi e la doppia doppia di A. Gordon da 20 punti (7/12 dal campo), 12 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero, 3 stoppate. Boston vince a New York 103-101, Toronto vince a Washington 117-113, Indiana batte i Nets 132-112.

J. Jerebko sulla sirena regala la vittoria ai Warriors ! un super Gallinari annienta OKC; Mirotic e Davis che spettacolo

Ai Golden State Warriors ci vuole una correzione a canestro sulla sirena di J. Jerebko su un tiro di K. Durant per avere la meglio 124-123 in quel di Salt Lake City contro i Jazz. Golden State tira con il 56% dal campo, il 52% da 3 punti (10/19) e l’89% ai liberi (16/18). K. Durant domina il match con 38 punti (14/25 dal campo, 1/1 da 3 punti, 9/9 ai liberi), 9 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero, 1 stoppata mentre S. Curry segna altri 31 punti (13/24 dal campo, 5/9 da 3 punti), 4 rimbalzi, 8 assist, 2 recuperi con 16 punti nel 3º quarto con i Warriors in fase di recupero dal -16. Gallinari manda in estasi lo Staples Center di Los Angeles risultando il top scorer del match (insieme al suo compagno T. Harris) nela vittoria per 108-92 dei suoi Clippers opposti ai Thunder ancora orfani di Westbrook. Il “Gallo” mostra la cresta con 26 punti (10/16 dal campo, 4/5 da 3 punti, 2/3 ai liberi), 5 rimbalzi, 1 assist, in appena 27′ di gioco. Nel derby di New York vittoria casalinga dei Nets 107-105 sui Knicks. Spettacolo puro a New Orleans dove i Pelicans ne danno 149 ai Kings che si “fermano” a 129. I Padroni di casa tirano con il 59% dal campo e il 515 da 3 punti (16/31). Gli artefici dello show sono N. Mirotic con 36 punti (14/21 dal campo, 5/9 da 3 punti), 9 rimbalzi, 2 assist e A. Davis con 25 punti (8/12 dal campo, 1/1 da 3 punti, 8/12 dal campo), 10 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi, 2 stoppate. I Timberwolves battono 131-123 i Cavaliers guidati dalla super prestazione di J. Butler capace di 33 punti (10/12 dal campo, 1/1 da 3, 12/12 ai liberi), 7 rimbalzi, 3 assist, 4 recuperi, 2 stoppate. Bella vittoria dei Raptors su Boston per 113-101 con la doppia doppia di K. Leonard da 31 punti (9/9 ai liberi), 10 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero. Vittorie interne anche di Memphis su Atlanta 131-117 con la gara quasi perfetta di G. Temple da 30 punti (10/11 dal campo, 5/6 da 3 punti) e dei Bucks contro Indiana 118-101. Infine Charlotte distrugge Orlando 120-88.