Crea sito

L’anello di Durant ! I Golden State Warriors sono i campioni della NBA 2017; 2° titolo in 3 anni

Alla Oracle Arena va in scena gara -5 della finale NBA 2017 tra i Golden State Warriors e i Cleveland Cavaliers. Win or Go Home per i Cavs mentre i Warriors sono pronti per la festa forti del 3-1 nella serie. I Golden State Warriors vincono la gara con il punteggio di 129-120 diventando così i campioni della NBA 2017 per la 2° volta in 3 anni con una squadra considerata da molti la migliore di sempre. Cleveland viene tradita dal suo supporting cast con soli 7 punti messi a referto dalla panchina (2/9 dal campo, 1/6 da 3 punti) che sommati ai soli 6 punti di K. Love (2/8 dal campo, 0/3 da 3 punti) danno la differenza delle potenziali soluzioni che le 2 squadre attualmente possono offrire (35 i punti dalla panchina messi a referto dai Warriors con 15/26 dal campo). Ai Cavs non basta tirare con il 53% dal campo e il 45% da 3 punti (11/24) mentre i Warriors tirano con il 51% dal campo e il 36% da 3 punti (14/38). Golden State chiude i playoff con 16 vittorie su 17 (mai successo prima, 1 sola sconfitta, ma su 16, anche per i Lakers 2001). Sponda Warriors, K. Durant è il MVP delle finali a 35. 2 punti di media, 8.4 rimbalzi e 5.4 assist (primo giocatore con più di 30 punti in 5 gare consecutive delle finali NBA da Shaq nel 2000) oltre ad aver chiuso a 2 punti (176) dal record di Allen Iverson per delle NBAFinals chiuse in 5 gare. Parziali: (37-33 Cavs), (23-38 Warriors), (33/27 Cavs), (27-31 Warriors). Kevin Durant al suo primo titolo NBA chiude la stagione con una gara surreale condita da 39 punti (14/20 dal campo, 5/8 da 3 punti, 6/6 ai liberi), 7 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero; un grande S. Curry lo supporta con una doppia doppia da 34 punti (10/20 dal campo, 2/9 da 3 punti, 12/15 ai liberi), 6 rimbalzi, 10 assist, 3 recuperi mentre dalla panchina un determinante A. Iguodala piazza 20 punti (9/14 dal campo, 2/7 da 3 punti), 3 rimbalzi, 3 assist. Sponda Cavs, un combattente L. James referta una doppia doppia da 41 punti (19/30 dal campo, 2/5 da 3 punti, 1/4 ai liberi), 13 rimbalzi, 8 assist,2 recuperi, 1 stoppata; K. Irving aggiunge 26 punti (9/22 dal campo, 1/2 da 3 punti, 7/7 ai liberi), 2 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi; un grandissimo J. Smith piazza 25 punti (9/11 dal campo, 7/8 da 3 punti), 3 rimbalzi, 1 assist, 2 stoppate mentre T. Thompson segna 15 punti (6/8 dal campo), 8 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero, 1 stoppata. Onore alla squadra più forte di tutti i tempi ma onore anche ai Cavs trascinati da un LeBron James (primo giocatore della storia a chiudere una serie per il titolo in tripla doppia di media e all’8ª finale, 7a consecutiva, in 14 anni di carriera) che non ha certo abdicato il suo trono.

Comments are closed.