Crea sito

L’attacco da record dei Cavs rimanda la festa dei Warriors ! tripla doppia di James che diventa il 3° marcatore di sempre alle finali

In quel di Cleveland va in scena gara -4 delle finali NBA. In una gara più simile in tutto e per tutto ad un All Star Game, Cleveland vince d’orgoglio con il punteggio di 137-116 interrompendo la striscia vincente più lunga della storia dei playoffs (15 partite) dei Warriors. Il primo quarto recita 49-33 con i 49 punti di Cleveland che sono il massimo di sempre in un quarto delle NBAFinals (record precedente, i 47 di Boston nel 1984). All’intervallo lungo si va sull’ 86-68 con gli 86 punti dei Cavs che sono il massimo di sempre in 24’ alle NBAFinals. IL terzo periodo è ancora a vantaggio dei padroni di casa con un parziale di 29-28 che porta Cleveland sul +19 a 12′ dalla sirena finale sigillato dalle 20 triple a bersaglio che sanciscono un nuovo record. Il quarto periodo si chiude 22-20 sempre in favore di Cleveland. Lebron James supera Jordan diventando così il 3° miglior marcatore di sempre alle NBAFinals (davanti a lui solo Kareem Abdul-Jabbar e Jerry West); il “Re” sorpassa anche Magic Johnson e diventa il giocatore con più triple doppie (9) nella storia delle finali NBA. I Cleveland Cavaliers tirano con il 53% dal campo e il 53% da 3 punti (24/45) con 93 punti segnati dai Big Three. Uno stratosferico K. Irving piazza 40 punti (15/27 dal campo, 7/12 da 3 punti, 3/4 ai liberi), 7 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero; LeBron James mette a referto una tripla doppia da 31 punti (11/22 dal campo, 3/8 da 3 punti, 6/10 ai liberi), 10 rimbalzi, 11 assist, 1 recupero; K. Love aggiunge 23 punti (7/14 dal campo, 6/8 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 5 rimbalzi, 1 assist, 2 recuperi, 1 stoppata. Ottima prova anche di J. Smith con 15 punti (5/10 dal campo, 5/9 da 3 punti). Sponda Warriors, K. Durant spicca su tutti con 35 punti (9/22 dal campo, 2/9 da 3 punti, 15/16 ai liberi), 4 rimbalzi, 4 assist, 2 stoppate. Tra 3 giorni la serie torna a Oakland dove i Warriors vogliono chiudere i conti e prendersi il meritato anello 2017.

Comments are closed.