Crea sito

Toronto domina i Bucks e conduce la serie sul 3-2 ! Tra Hawks e Wizards si riparte dal 2-2

I Toronto Raptors vincono facile gara -5 contro i Bucks 118-93 e si portano in vantaggio 3-2 nella serie. I Raptors tirano con il 57% dal campo e il 92% ai liberi (24/26) portando tutto il quintetto iniziale in doppia cifra capitanato da un N. Powell capace di 25 punti (8/11 dal campo, 4/4 da 3 punti, 5/5 ai liberi), 4 rimbalzi, 4 assist, 3 recuperi, 1 stoppata; S. Ibaka lo segue con 19 punti (8/10 dal campo), 6 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero, 3 stoppate mentre D. DeRozan aggiunge 18 punti (7/14 dal campo), 3 rimbalzi, 6 assist, 1 recupero; doppia doppia per K. Lowry da 16 punti, 3 rimbalzi, 10 assist, 3 recuperi. I Bucks galleggiano grazie al trentello (12/19 dal campo), 9 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi, 3 stoppate di G. Antetokounmpo e ai 19 punti di M. Brogdon (7/11 dal campo, 5/7 da 3 punti). Atlanta porta in parità sul 2-2 la serie contro Washington vincendo gara 4 con il punteggio di 111-101. Gli Hawks portano tutto il quintetto iniziale in doppia cifra con 7 uomini totali in doppia cifra: P. Millsap 19 punti, 9 rimbalzi, 7 assist, 2 recuperi, D. Schroder 18 punti, D. Howard 16 punti, 15 rimbalzi, 1 assist, 1 stoppata, T. Hardaway Jr. 15 punti, T. Prince 11 punti. Dalla panchina arrivano i 16 punti di K. Bazemore con 4 rimbalzi, 7 assist, 3 recuperi e i 10 punti di J. Calderon. Washington risponde con i 32 punti di B. Beal e i 22 punti, 5 rimbalzi, 10 assist, 2 recuperi di J. Wall. M. Gortat contribuisce con 2 punti, 18 rimbalzi, 3 assist e 3 stoppate.

S. Curry show e i Warriors chiudono 4-0 la serie con Portland !

I Golden State Warriors asfaltano i Portland Trail Blazers 128-103 e vincono 4-0 la serie. I Warriors battono il precedente record di franchigia per quanto riguarda i punti segnati nel primo quarto dei playoffs segnandone 45 ( il precedente era 42 vs. Phoenix nel 1994) pareggiando anche il record di tutti i tempi nei playoffs sempre per punti segnati nel primo quarto. Steph Curry è il 9º giocatore di tutti i tempi per triple a bersaglio nella storia dei playoffs dove comanda Ray Allen. I Warriors tirano con il 53% dal campo e il 58% da 3 punti (17/29) portando tutto il quintetto iniziale in doppia cifra. Sul parquet c’è K. Durant. I Parziali di un match mai iniziato sono: (45-22), (27-26), (34-32), (22-23). S. Curry da spettacolo e in 30′ di gioco piazza 37 punti (12/20 dal campo, 7/11 da 3 punti, 6/7 ai liberi), 7 rimbalzi, 8 assist, 2 recuperi; D. Green aggiunge 21 punti (7/11 dal campo, 5/8 da 3 punti), 6 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero, 3 stoppate mentre K. Thompson referta 18 punti (3/5 da 3 punti). Sponda Portland, in evidenza D. Lillard con 34 punti (12/24 dal campo, 8/9 ai liberi), 1 rimbalzo, 6 assist, 1 recupero e A. Aminu con 25 punti (7/12 dal campo, 5/9 da 3 punti, 6/8 ai liberi), 7 rimbalzi, 1 assist, 2 recuperi, 1 stoppata. Adesso la grande preoccupazione per la squadra di coach Kerr è proprio la salute del suo allenatore che non ha escluso di dover saltare il resto dei  playoffs dichiarando : “Non tornerò se non potrò aiutare il team”. Steve Kerr ha anche detto che starà fuori fino a quando non riuscirà a convivere col dolore. Golden State attende una franchigia tra Clippers e Jazz per giocarsi le semifinali di Conference.

I Jazz pareggiano la serie con i Clippers ! J. Johnson in evidenza, ora siamo sul 2-2

I Jazz vincono la gara 4 casalinga contro i Clippers 105-98 e si portano sul 2-2 nella serie. Nelle file dei padroni di casa G. Hayward è costretto ad abbandonare il campo dopo soli 8′ di gioco a causa di un infortunio. Decisivo ai fini del risultato è un quarto periodo vinto 28-18 con i Jazz che complessivamente tirano con il 54% dal campo refertando 66 punti dalla panchina. Proprio dalla panchina J. Johnson è il man of the match con 28 punti (12/17 dal campo, 2/3 da 3 punti, 2/2 ai liberi), 5 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero; sempre dalla panchina R. Hood aggiunge 18 punti mentre D. Favors 17 (7/10 dal campo). Bella doppia doppia di R. Gobert con 15 punti (6/6 dal campo), 13 rimbalzi, 1 assist, 2 stoppate. I Clippers si reggono sulla quasi tripla doppia da 27 punti (10/21 dal campo), 9 rimbalzi, 12 assist, 1 recupero di C. Paul e sui 25 punti dalla panchina di J. Crawford (9/13 dal campo, 5/7 da 3 punti). Sponda Clippers, l’assenza forzata di Griffin si fa sentire e potrà sicuramente influire in negativo nelle prossime gare.

I Boston Celtics espugnano ancora Chicago e pareggiano la serie su 2-2 !

Nuova vittoria per i Boston Celtics che pareggiano la serie contro i Bulls 2-2 aggiudicandosi gara 4 in trasferta 104-95. Il man of the match è I. Thomas che piazza 33 punti (10/21 dal campo, 1/9 da 3 punti, 12/13 ai liberi), 4 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero, 5 palle perse; G. Green aggiunge 18 punti (7/13 dal campo, 4/9 da 3 punti) con 7 assist mentre A. Horford va in doppia doppia da 15 punti (6/11 dal campo), 12 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero, 1 stoppata. I Bulls galleggiano grazie ai 33 punti (19/23 ai liberi), 5 rimbalzi, 9 assist, 1 recupero di J. Butler. Ora si torna a Boston per gara 5 dove i Celtics avranno l’occasione di condurre una serie che sembrava già persa.

OKC: non basta la 3° tripla doppia di fila di Westbrook ! Houston passa grazie a un N. Hilario che non ti aspetti

OKC perde la fondamentale gara 4 casalinga con il punteggio di 113-109 e va sotto 3-1 nella serie con Houston. A OKC non basta la terza tripla doppia consecutiva (già fatta nel primo tempo) di R. Westbrook da 35 punti (10/28 dal campo, 12/13 ai liberi), 14 rimbalzi, 14 assist, 3 recuperi, 1 stoppata, 5 palle perse; S. Adams lo supporta con 18 punti (8/10 dal campo), 7 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero, 3 stoppate mentre V. Oladipo aggiunge 15 punti (7/10 dal campo). La partita viene persa ai tiri liberi poichè i Rockets fanno fallo volontario a A. Roberson per mandarlo in lunetta a causa delle sue basse percentuali realizzative; Roberson infatti nonostante realizzi 13 punti (5/9 dal campo) referta un 2/12 ai liberi che risulterà decisivo ai fini della sconfitta. I Rochets trovano 64 punti dalla panchina e la grande sorpresa della serata è N. Hilario che proprio dalla panchina si prende la palma di man of the match con una prestazione perfetta da 28 punti (12/12 dal campo), 10 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero. E. Gordon (8 rimbalzi, 1 assist, 2 stoppate) e L. Williams (7 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi), sempre dalla panchina aggiungono altri 18 punti a testa mentre J. Harden contribuisce con 16 punti, 7 rimbalzi, 8 assist, 1 recupero, 7 palle perse; doppia cifra anche per T. Ariza con 14 punti (4/8 dal campo, 3/5 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 5 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi.

L. James decide gara 4 e chiude 4-0 contro Indiana !

Un super LeBron James chiude la serie 4-0 contro gli Indiana Pacers vincendo con i suoi Cleveland Cavaliers 102-106 realizzando il canestro decisivo da 3 punti. Il re chiude con una doppia doppia da 33 punti (13/25 dal campo), 10 rimbalzi, 4 assist, 4 recuperi, 2 stoppate. K. Irving aggiunge 25 punti mentre D. Williams dalla panchina referta 14 punti (4/4 dal campo, 2/2 da 3 punti, 4/5 ai liberi). K. Love tira male (2/13 dal campo) ma mette a segno 5 punti, 16 rimbalzi, 3 assist e 1 stoppata. Indiana esce per la prima volta nella sua storia con un 4-0. Adesso Cleveland avrà un lungo stop prima di poter giocare nel prossimo turno di playoffs.

I Warriors rimontano dal -17 e volano sul 3-0 ! Durant assente di lusso

I Golden State Warriors battono in rimonta 119-113 i Portland Trail Blazers recuperando dal -17 e si portano 3-0 nella serie. Gli ospiti si presentano sul parquet senza gli infortunati, Durant,  Livingston e Barnes e senza l’allenatore S.. Kerr (causa malattia) sostituito da Mike Brown. All’intervallo lungo Portland conduce di 13 punti (67-54) ma nella ripresa i Warriors escono alla distanza grazie a una grande difesa. S. Curry segna 34 punti (10/25 dal campo, 5/14 da 3 punti, 9/10 ai liberi), 4 rimbalzi, 8 assist, 2 recuperi, 1 stoppata mentre K. Thompson aggiunge 24 punti (4/9 da 3 punti); D. Green referta 9 punti, 8 rimbalzi, 7 assist, 2 recuperi, 6 stoppate mentre dalla panchina arrivano i 16 punti, 7 rimbalzi, 3 assist di A. Iguodala e i 14 punti (6/8 dal campo) di J. McGee. A Portland non bastano i 32 punti (6/9 da 3 punti, 6/6 ai liberi) di C. McCollum e i 31 di D. Lillard (7/7 ai liberi) conditi da 7 rimbalzi, 4 assist, 1 stoppata.

M. Conley e M. Gasol regalano il 2-2 ai Grizzlies ! un super K. Leonard non basta a San Antonio

I Memphis Grizzlies vincono 110-108 all’overtime (14-12 l’overtime) la gara casalinga che li porta sul 2-2 nella serie. Il tiro di M. Conley regala i 5′ di supplementare ai suoi mentre il canestro sulla sirena di M. Gasol regala la vittoria ai padroni di casa. M. Conley referta il suo career high nei playoffs con 35 punti (13/23 dal campo, 4/8 da 3 punti, 5/7 ai liberi), 9 rimbalzi, 8 assist, 1 recupero mentre M. Gasol lo supporta con una doppia doppia da 16 punti, 12 rimbalzi, 4 assist, 1 stoppata, 7 palle perse; doppia doppia anche per Z. Randolph con 12 punti, 11 rimbalzi, 1 assist. I San Antonio Spurs si reggono grazie ad uno straordinario K. Leonard che piazza gli ultimi 16 punti della squadra nei regolamentari e referta il suo career high nei playoffs con 43 punti (14/30 dal campo, 7/10 da 3 punti, 8/8 ai liberi), 8 rimbalzi, 3 assist, 6 recuperi; buona la prova di T. Parker con 22 punti (9/19 dal campo), 4 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero. Da segnalare il 17/17 ai liberi per gli Spurs e il 22/24 ai liberi per i Grizzlies. Note negative per gli ospiti D. Green (2/9 dal campo, 0/6 da 3 punti) e M. Ginobili (0/5 dal campo, 0/4 da 3 punti) mentre per i padroni di casa male J. Ennis III (2/10 dal campo). Serie in equilibrio nella quale vedremo almeno gara -5 e gara -6 sperando in uno spettacolo all’altezza di quello che abbiamo ammirato fino adesso. Si torna a San Antonio per gara -5.