Crea sito

Harden tripla doppia ma gli Heat superano i Rockets ! Toronto che rimonta agli Hornets !

I Miami Heat passano 117-109 sul campo degli Houston Rockets. Miami tira con il 52% dal campo e trova i 23 punti a testa di H. Whiteside (9/13 dal campo), 14 rimbalzi, 1 assist, 5 stoppate e di D. Waiters con 9 rimbalzi e 7 assist. G. Dragic aggiunge 21 punti (8/14 dal campo). I Rockets soccombono nonostante la tripla doppia di Harden da 38 punti ( 10/21 dal campo, 4/10 da 3 punti, 14/16 ai liberi), 12 rimbalzi, 12 assist, 1 stoppata. San Antonio passa facile a Orlando 107-79 guidati da un LaMarcus Aldridge da 23 punti (10/13 dal campo). Boston vince contro i 76ers 116-108 con i 33 punti di I. Thomas (9/19 dal campo, 4/7 da 3 punti, 11/13 ai liberi). Toronto batte gli Hornets di Belinelli in rimonta 90-85. Alla fine del terzo quarto il punteggio era 75-58 con un +17 a favore di Belinelli e compagni che però sono spariti dal campo nel quarto periodo perso 32-10. Malissimo Belinelli che in 22′ di gioco segna la miseria di 3 punti con 1/6 dal campo. Toronto vince la gara tirando con il 38% dal campo e portando tutto il quintetto iniziale in doppia cifra capitanato dai 21 punti di K. Lowry. I Pelicans vincono a Memphis 95-91.

Gli Oklahoma City Thunder rimontano da -17 e Westbrook piazza la 27°tripla doppia stagionale! tripla doppia con vittoria anche per E. Bledsoe

Gli Oklahoma City Thunder battono i New York Knicks 116-105 dopo essere stati sotto di 17 punti nel secondo periodo ma OKC è già avanti 62-60 all’intervallo lungo. I Knicks tirano con il 52% da 3 punti (11/21) con Carmelo Anthony che parte forte mettendo 19 punti a referto nel solo primo periodo salvo poi segnare 11 punti nei restanti tre quarti di gara e chiudere la sua partita con 30 punti (11/20 dal campo, 6/7 da 3 punti da 3 punti, 2/2 ai liberi); D. Rose lo supporta segnando 25 punti (11/21 dal campo), 4 rimbalzi, 7 assist, 2 recuperi. Anche i Thunder tirano con il 52% da 3 punti (12/23) e il re della serata è ancora una volta R. Westbrook che mette a referto una tripla doppia da 38 punti (13/22 dal campo, 3/5 da 3 punti, 9/13 ai liberi), 14 rimbalzi, 12 assist, 3 recuperi, 1 stoppata, 6 palle perse. Oladipo lo supporta con 21 punti (9/17 dal campo, 3/6 da 3 punti). Detroit batte Dallas 98-91 tirando con il 56% dal campo nonostante il quarto periodo vinto 43-34 dai padroni di casa. All’intervallo lungo la gara era già in ghiaccio sul 62-35 per i padroni di casa. I Bucks vincono a Brooklyn 129-125 tirando con il 56% dal campo. Antetokounmpo piazza 33 punti (13/25 dal campo), 9 rimbalzi, 3 assist, 4 recuperi, 1 stoppata mentre i Nets tirano con il 52% dal campo e trovano i 36 punti (12/20 dal campo, 6/10 da 3 punti, 6/8 ai liberi), 4 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero, 8 stoppate di B. Lopez. Phoenix batte i Lakers 137-101 in una gara senza storia tirando con il 55% dal campo. E. Bledsoe va in tripla doppia con 25 punti (7/14 dal campo, 3/6 da 3 punti, 8/9 ai liberi), 10 rimbalzi, 13 assist, 2 recuperi. I Jazz battono i Trail Blazers 111-88 tirando con il 52% dal campo e il 50% da 3 punti (11/22).

Ibaka va ai Raptors ! Love ko 6 settimane ! D. Cousins e Wiggins quarantello dolce e amaro

Partiamo da una news di mercato: Toronto prende Serge Ibaka da Orlando in cambio di Terrence Ross e una scelta al primo giro 2017. Altra notizia questa volta che riguarda gli infortuni: Kevin Love starà fermo 6 settimane poichè si è operato al ginocchio sinistro infortunato. Passiamo alle 3 partite giocate stanotte: Cleveland vince sul parquet dei Minnesota Timberwolves 116-108 tirando con il 51% dal campo. L. James chiude la gara con 25 punti (10/14 dal campo, 2/3 da 3 punti), 8 rimbalzi, 14 assist, 6 palle perse dominando il 2° quarto con 13 punti e 6 assist; K. Irving aggiunge altri 25 punti mentre C. Frye referta 21 punti (7/15 dal campo), 10 rimbalzi, 1 assist, 2 stoppate. T. Thompson referta una doppia doppia da 14 punti (6/7 dal campo), 11 rimbalzi, 1 assist mentre D. Williams dalla panchina aggiunge  13 punti (5/7 dal campo). Dall’altra parte A. Wiggins referta 41 punti (16/29 dal campo, 4/8 da 3 punti, 5/6 ai liberi, 20 punti nel 3° quarto) mentre K. Towns aggiunge 26 punti ( 11/19 dal campo), 8 rimbalzi, 4 assist, 1 stoppata. I Sacramento Kings battono in trasferta di misura i Los Angeles Lakers 97-96 con il quarantello di D. Cousins (13/24 dal campo, 12/19 ai liberi), 12 rimbalzi, 8 assist, 1 stoppata, 6 palle perse. Chicago batte Toronto 105-94 con i 20 punti dalla panchina (8/13 dal campo) di D. McDermott e i 19 di J. Butler (15/19 ai liberi), 2 rimbalzi, 12 assist, 4 recuperi.

San Antonio Spurs: 20ª stagione di fila con record vincente e primato in NBA !

I San Antonio Spurs, vincendo 110-106 ad Indianapolis, entrano nella storia assicurandosi la 20ª stagione di fila con record vincente (nuovo primato in NBA). K. Leonard domina con 32 punti (13/23 dal campo, 2/3 da 3 punti, 4/5 ai liberi), 6 rimbalzi, 3 assist, 4 recuperi. Philadelphia vince sul parquet di Charlotte 105-99 (solo 8 punti per Belinelli con 3/10 dal campo). Memphis passa a Blooklyn 112-103 con i 32 punti di M. Conley (10/16 dal campo, 2/4 da 3 punti, 10/11 ai liberi). Orlando vince a Miami 116-107 mentre Washington domina OKC 120-98 tirando con il 57% dal campo e il 62% da 3 punti (13/21) portando tutto il quintetto iniziale in doppia cifra. I Bucks battono i Pistons 102-89 con il 50% dal campo e il 100% ai liberi (16/16) trovando un G. Monroe che dalla panchina referta una doppia doppia da 25 punti (12/15 dal campo), 13 rimbalzi, 2 assist, 3 recuperi e un M. Beasley da 23 punti (10/13 dal campo), 3 rimbalzi, 4 assist, 3 recuperi, 1 stoppata. Boston passa a Dallas 111-98 mentre i Clippers vincono sul parquet dei Jazz 88-72 con un Griffin da 26 punti (11/18 dal campo), 10 rimbalzi, 6 assist, 2 stoppate. I Pelicans vincono a Phoenix 110-108 con i 24 punti (8/16 dal campo, 8/8 ai liberi), 10 rimbalzi, 2 assist, 4 stoppate di A. Davis. Ai Suns non bastano i 37 punti (11/22 dal campo, 12/14 ai liberi), 2 rimbalzi, 5 assist, 3 recuperi di E. Bledsoe. Atlanta vince a Portland 109-104 dopo l’overtime (12-7 l’overtime).

Denver annienta Golden State pareggiando il record di triple a bersaglio ! e Jokic va in tripla doppia

I Denver Nuggets, pur senza Danilo Gallinari, annientano i Golden State Warriors 132-110 pareggiando il record di triple a bersaglio (24). I Warriors si presentano a Denver senza Klay Thompson, Shaun Livingston, Zaza Pachulia e David West. All’intervallo lungo la gara è già in ghiaccio con un  Jokic da 17 punti (7/13 dal campo), 21 rimbalzi, 12 assist, 2 recuperi. Il top scorer di serata è però J.Hernangomez con una doppia doppia da 27 punti (9/17 dal campo, 6/9 da 3 punti), 10 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero, 1 stoppata; bella doppia doppia anche per W. Barton con 24 punti (9/19 dal campo, 4/8 da 3 punti), 10 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero. J. Nelson aggiunge 23 punti ( 9/14 dal campo, 5/7 da 3 punti), 3 rimbalzi, 7 assist mentre G. Harris referta 16 punti (6/12 dal campo, 4/7 da 3 punti); dalla panchina J. Murray piazza 14 punti (5/9 dal campo, 2/5 da 3 punti). Sponda Warriors, ci sono i 25 punti (10/16 dal campo) di K. Durant. Pesa il 3/20 in combinata da tre punti di Curry (1/11), Patrick McCaw (1/5) e A. Iguodala (1/4).

R. Westbrook e Durant fanno scintille e i Warriors dominano OKC ! James e Irving domano i Nuggets

K. Durant arriva per la prima volta alla Chesapeake Energy Arena di OKC da avversario e l’accoglienza dei tifosi sugli spalti è tutt’altro che amichevole. Anche in campo la situazione non migliora con parole grosse che volano tra i due ex compagni Westbrook e Durant ma anche tra lui e Roberson con il quale ci sarà anche un “simpatico testa a testa”. Insomma l’atmosfera è di quelle roventi in quel di OKC nonostante in campo non ci sia praticamente mai partita con il dominio netto degli ospiti già avanti 73-50 all’intervallo lungo. I Warriors tirano con il 53% dal campo trovando un K. Durant in versione lusso da 34 punti(12/21 dal campo, 3/6 da 3 punti, 7/7 ai liberi), 9 rimbalzi, 3 assist. Ottime prove anche per S. Curry con 26 punti (9/19 dal campo), 8 rimbalzi, 9 assist, 2 recuperi e per Klay Thompson che chiude con altrettanti 26 punti (7/12 dal campo, 5/8 da 3 punti, 7/8 ai liberi). JaVale McGee contribuisce alla causa con un quasi perfetto (7/8 dal campo) che gli porta in dote 16 punti sul tabellino. OKC è solo Westbrook che gioca praticamente da solo chiudendo con 47 punti (14/26 dal campo, 3/10 da 3 punti, 16/18 ai liberi), 11 rimbalzi, 8 assist, 1 recupero a fronte di 11 palle perse tante quante quelle perse dai Warriors. Solo Oladipo lo supporta con il ventello (9/15 dal campo, 2/4 da 3 punti). I Cleveland Cavaliers domano 125-109 i Denver Nuggets tirando con il 54% dal campo, il 50% da 3 punti (15/30) e l’81% ai liberi (18/22). LeBron James domina il parquet con 27 punti (11/16 dal campo), 5 rimbalzi, 12 assist, 2 recuperi, 6 palle perse; anche K. Irving piazza 27 punti (5/11 da 3 punti) mentre K. Love aggiunge 16 punti  (3/5 da 3 punti), 9 rimbalzi, 5 assist, 1 stoppata e Tristan Thompson referta una doppia doppia da 13 punti (5/9 dal campo), 13 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero, 1 stoppata. Dalla panchina arrivano anche i 14 punti (6/9 dal campo, 2/3 da 3 punti) di K. Korver. Sponda Denver, in evidenza N. Jokic con 27 punti (9/18 dal campo, 8/10 ai liberi), 13 rimbalzi, 4 assist, 2 stoppate. Dallas batte Orlando 112-80 mentre Boston vince sul parquet dei Jazz 112-104 tirando con il 59% dal campo. I. Thomas segna 29 punti (9/16 dal campo, 4/7 da 3 punti, 7/9 ai liberi) mentre dall’altra parte ci sono i 31 punti (10/19 dal campo, 4/9 da 3 punti, 7/7 ai liberi) di Gordon Hayward.

Philadelphia interrompe la serie vincente degli Heat ! 40ello di Harden; Belinelli sconfitto

Philadelphia 76ers mettono fine alla serie di 13 vittorie di fila dei Miami Heat superandoli 117-109. Phila manda tutto il quintetto iniziale in doppia cifra con 7 uomini in doppia cifra. N. Noel (9/12 dal campo), R. Covington (6/12 dal campo, 5/6 da 3 punti) e D. Saric (7/15 dal campo) refertano 19 punti a testa. Dall’altra parte G.Dragic segna il trentello (12/21 dal campo, 2/4 da 3 punti, 4/4 ai liberi) mentre J. Johnson dalla panchina aggiunge 26 punti (8/15 dal campo, 9/13 ai liberi). Gli Houston Rockets dominano i Phoenix Suns 133-102 tirando con il 49% dal campo e il 50% da 3 punti (18/36). Il 77-53 dell’intervallo lungo dice tutto sull’andamento della gara. Il mattatore della serata è J. Harden con 40 punti (9/17 dal campo, 8/15 da 3 punti, 14/16 ai liberi), 6 rimbalzi, 8 assist a fronte di 8 palle perse in appena 29′ di gioco. Ottima prova anche per P. Beverley che chiude la sua gara con una doppia doppia da 19 punti (6/10 dal campo, 4/4 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 10 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi in appena 25′ di gioco. I Milwaukee Bucks passano a Indianapolis 116-100 tirando con il 54% dal campo (17/31) con i 20 punti (12/14 ai liberi), 8 rimbalzi, 10 assist, 1 recupero, 2 stoppate di G. Antetokounmpo. I Clippers vincono sul parquet degli Charlotte Hornets 107-102 con i 22 punti di J. Crawford (6/11 dal campo, 5/8 da 3 punti), i 20 punti di B. Griffin con 12 rimbalzi, 8 assist, 1 stoppata e i 18 punti di A. Rivers (7/12 dal campo, 4/6 da 3 punti). Charlotte risponde con i 25 punti di Batum (7/13 dal campo, 4/7 da 3 punti, 7/8 ai liberi), 6 rimbalzi, 8 assist, 1 stoppata, i 20 punti di Frank Kaminsky III (7/16 dal campo, 3/6 da 3 punti), 8 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero, 2 stoppate e i 17 punti di M. Belinelli (7/14 dal campo, 2/8 da 3 punti, 1/1 ai liberi), 4 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero in 27′ di gioco.