Harden fa volare i Rockets ! San Antonio deride i Bulls, i Cavs battono la peggior squadra della lega

Gli Houston Rockets battono 111-96 i Memphis Grizzlies confermandosi primi a ovest a insieme ai Warriors. La vittoria casalinga arriva grazie ad un super J. Harden capace di 38 punti (11/25 dal campo, 6/14 da 3 punti, 10/14 ai liberi), 4 rimbalzi, 8 assist, 1 stoppata e ad un ottimo E. Gordon da 26 punti (7/16 dal campo, 6/11 da 3 punti, 6/7 ai liberi). I Cleveland Cavaliers vanno a vincere sul parquet degli Dallas Mavs (ultimi nella lega insieme ad Atlanta) con il punteggio di 111-104 guidati da un K. Love che referta una doppia doppia da 29 punti (11/19 dal campo, 3/5 da 3 punti, 4/4 ai liberi), 15 rimbalzi, 3 assist, 1 stoppata e da un L. James anch’esso in doppia doppia con 19 punti, 11 rimbalzi, 4 assist, 1 stoppata. Ancora assente D. Rose. I San Antonio Spurs, senza Leonard, Parker e Ginobili,  deridono i Bulls vincendo 133-94 e chiudendo già i conti dopo un primo quarto da 37-15. Le percentuali al tiro sono irreali: 60% dal campo, 66% da 3 punti (18/27) con 67 punti segnati dalla panchina. Il top score di serata è P. Gasol con una doppia doppia da 21 punti (8/11 dal campo, 3/3 da 3 punti, 2/2 ai liberi), 10 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi, 1 stoppata in 27′ di gioco.

Lonzo Ball fa meglio di Lebron James ! I Warriors aprono il gas e piazzano la 6° vittoria di fila

I Los Angeles Lakers perdono a Milwaukee 98-90 ma Lonzo Ball trova ugualmente un motivo per festeggiare diventando il giocatore più giovane di sempre in tripla doppia mettendo a referto 19 punti (7/12 dal campo, 3/5 da 3 punti, 2/4 ai liberi), 11 rimbalzi, 13 assist, 3 recuperi, 4 stoppate, a 20 anni e 15 giorni, 5 in meno di LeBron James che deteneva il record prima di lui. Sponda Bucks, il solito G. Antetokounmpo domina il parquet con all’attivo una doppia doppia da 33 punti (12/19 dal campo, 9/11 ai liberi), 15 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero, 1 stoppata. I Golden State Warriors piazzano la 6ª vittoria di fila (tutte di almeno 15 punti) questa volta ai danni dei Philadelphia 76ers che cedono 135-114. I Warriors tirano con percentuali inarrivabili: 58% dal campo, 52% da 3 punti (14/27) e 96% ai liberi (25/26). K. Durant chiude con 29 punti (11/18 dal campo, 3/6 da 3 punti, 4/4 ai liberi), 5 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi, 2 stoppate mentre K. Thompson aggiunge 23 punti (9/17 dal campo, 4/6 da 3 punti). I Jazz vincono contro i Nets 114-106 con i 26 punti di D. Mitchell (10/18 dal campo) e i 24 punti (9/15 dal campo) e 12 rimbalzi di D. Favors.

 

Milwaukee, Miami, Orlando e Brooklyn vincono in trasferta ad ovest ! OKC torna a vincere grazie a George

Gli Oklahoma City Thunder tornano a vincere dopo quattro sconfitte di fila e lo fanno contro i Los Angeles Clippers con il punteggio di 120-111 grazie ad un grandissimo P. George da 42 punti (13/22 dal campo, 4/7 da 3 punti, 12/15 ai liberi), 9 rimbalzi, 7 assist, 3 recuperi. I Clippers si reggono sui 53 punti refertati dalla panchina capitanati dai 35 punti (13/22 dal campo, 6/12 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 7 rimbalzi e 3 assist di L. Williams e dai 15 punti (6/6 dal campo), 8 rimbalzi, 1 assist di W. Reed. I Boston Celtics vincono l’ 11esima partita di fila battendo gli Hornets 90-87 grazie ad un quarto periodo dominato 26-11 e nonostante siano costretti a rinunciare a Irving dopo 2′ di gioco. Detroit batte Atlanta 111-104 con un A. Drummond da 16 punti, 20 rimbalzi, 7 assist, 2 stoppate. Sponda Atlanta, Belinelli segna 14 punti (6/16 dal campo, 2/7 da 3 punti). I Pacers vincono a Chicago 105-87. I Bucks vincono a San Antonio 94-87 con i 28 punti (12/24 dal campo), 12 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero, 4 stoppate di  G. Antetokounmpo. Miami vince a Salt Lake City 84-74; Orlando vince a Phoenix 128-112 mentre Brooklyn vince a Portland 101-97.