Crea sito

Cleveland domina Boston ! Il “Re” Lebron è il padrone assoluto del match

I Cleveland Cavaliers vincono facilmente con il punteggio di 117-104 gara -1 della finale di Eastern Conference in quel di Boston. La gara è già in ghiaccio all’intervallo lungo con gli ospiti avanti 61-39. I Cavs, nonostante il 4/21 finale dalla panchina (2/17 in combinata di Shumpert, Korver e D. Williams) hanno davvero un’altra marcia rispetto ai volenterosi Celtics grazie soprattutto ai 90 punti in tre segnati da James, Love e Thompson. LeBron James è il dominatore assoluto della serata. Il “Re” è alla 7ª gara di fila con almeno 30 punti nei playoffs (non ci riusciva nessuno da Shaq 2003) e chiude la sua gara con 38 punti (14/24 dal campo, 1/6 da 3 punti, 9/11 ai liberi), 9 rimbalzi, 7 assist, 2 recuperi. Prova di forza anche per K. Love che mette a referto una doppia doppia da 32 punti (9/16 dal campo, 6/9 da 3 punti, 8/9 ai liberi), 12 rimbalzi, 1 recupero, 1 stoppata. T. Thompson fa percorso netto con 20 punti (7/7 dal campo, 6/10 ai liberi), 9 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi mentre K. Irving aggiunge 11 punti. Sponda Celtics, ci sono da registrare i 21 punti a testa di J. Crowder (8/13 dal campo, 4/6 da 3 punti) con 8 rimbalzi e 5 assist e di A. Bradley (8/16 dal campo) con la doppia doppia di I. Thomas da 17 punti, 1 rimbalzo, 10 assist, 1 recupero. Si replica con gara -2 ancora a Boston.

I Warriors a valanga sugli Spurs ! Boston avrà la prima scelta assoluta al Draft 2017

I Golden State Warriors deridono i San Antonio Spurs vincendo 136-100 gara -2 della finale di Western Conference e si portano sul 2-0 nella serie. La partita è ampiamente in ghiaccio già all’intervallo lungo con un sonoro 72-44 per i padroni di casa. I Warriors tirano con il 56% dal campo, il 48% da 3 punti (18/37) e il 94% ai liberi (18/19) portando 7 uomini in doppia cifra. L’assenza forzata di Leonard, aggiunta a quella di Parker, è il motivo principale di questa disfatta degli Spurs. La serie si sposta a San Antonio con gara -3 già decisiva per il passaggio del turno. Sponda Spurs, galleggia solo J. Simmons con 22 punti (8/17 dal campo, 2/3 da 3 punti, 4/5 ai liberi). Sponda Warriors, Zaza Pachulia va presto fuori da gara-2 per una contusione al tallone destro giocando solo 7′. Anche Andre Iguodala da forfait non presentandosi sul parquet. S. Curry è il dominatore di serata segnando 29 punti (8/13 dal campo, 6/9 da 3 punti, 7/7 ai liberi), 7 rimbalzi, 7 assist, 3 recuperi in 31′ di gioco mentre dalla panchina ci sono da segnalare i 18 punti (6/8 dal campo, 3/4 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 3 rimbalzi, 5 assist, 3 recuperi di P. McCaw. K. Durant timbra il cartellino con 16 punti (6/10 dal campo) mentre D. Green referta 13 punti, 9 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi, 2 stoppate. Intanto alla Lottery per il Draft 2017, Boston ha ottenuto la prima scelta. Seconda chiamata assoluta ai Lakers, 3ª a Philadelphia.

Boston è in finale di Conference ! K. Olynyk è decisivo in gara -7

I Boston Celtics vincono 115-105 gara -7 contro Washington e vanno in finale di Eastern Conference dove affronteranno i Cleveland Cavaliers. Boston tira con il 53% dal campo. I. Thomas mette a referto una doppia doppia da 29 punti (9/21 dal campo, 3/5 da 3 punti, 8/9 ai liberi), 2 rimbalzi, 12 assist, 1 recupero ma è K. Olynyk in uscita dalla panchina a essere decisivo con 26 punti (10/14 dal campo), 5 rimbalzi, 4 assist con 5/6 dal campo e 14 punti nel 4° periodo. I Washington Wizards si prendono solo 5 tiri dal campo dalla panchina refertando la miseria di 5 punti contro i 48 punti dei padroni di casa. B. Beal segna 38 punti (12/22 dal campo, 5/10 da 3 punti, 9/10 ai liberi), 4 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi in 46′ di gioco mentre O. Porter Jr. aggiunge una doppia doppia da 20 punti (6/10 dal campo, 8/8 ai liberi), 10 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi, 1 stoppata. M. Morris contribuisce alla causa con 18 punti (7/14 dal campo, 3/6 da 3 punti), 9 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero, 1 stoppata e J. Wall piazza una doppia doppia da 18 punti (8/23 dal campo, 1/8 da 3 punti), 7 rimbalzi, 11 assist. La serie di finale comincerà a Boston mercoledi (in Italia alle ore 2:30 della notte).

I Warriors vincono gara 1 rimontando dal -25 ! Curry show, K. Leonard va ko

I Golden State Warriors vincono 113-111 gara -1 della finale di Western Conference contro i San Antonio Spurs. I Warriors rimontano addirittura dal -25 con gli ultimi 2 parziali da 39-28 e 32-21. La rimonta dei padroni di casa è facilitata dal ko di K. Leonard costretto ad uscire dal campo nel terzo quarto a causa di un infortunio ala caviglia. Domani ci sarà il responso e sapremo se la serie avrà un futuro. Nel finale è decisivo S.Curry che chiude la gara con il quarantello (14/26 dal campo, 7/16 da 3 punti, 5/7 ai liberi), 7 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi mentre K. Durant aggiunge 34 punti (11/21 dal campo, 10/13 ai liberi), 5 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero, 4 stoppate. San Antonio risponde con i 28 punti (11/24 dal campo), 8 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi, 1 stoppata, 6 palle perse di L. Aldridge mentre K. Leonard aggiunge 26 punti (7/13 dal campo, 11/11 ai liberi), 8 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero; dalla panchina arrivano i 17 punti (7/10 dal campo) di M. Ginobili e i 12 punti di J. Simmons.

Washington la spunta al fotofinish ! un decisivo J. Wall manda tutti a gara 7

I Washington Wizard la spuntano di misura 92-91 contro i Boston Celtics e rimandano il responso di questa serie a gara -7 in quel di Boston. Partiamo dalla fine: a 7″ dalla sirena finale A. Horford manda avanti di 2 punti (91-89) Boston grazie ad un canestro difficile di tabella; dall’altra parte però a 3″ dalla sirena J. Wall piazza la tripla del sorpasso (92-91); Washington spende un fallo (non in bonus) e quando manca poco più di un secondo alla sirena finale I. Thomas spara la tripla della vittoria che però prende il ferro. I Wizards trovano i 33 punti (15/26 dal campo, 1/8 da 3 punti, 2/2 ai liberi), 2 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero di B. Beal, i 26 punti di J. Wall con 2 rimbalzi, 8 assist, 2 stoppate e la doppia doppia di M. Morris da 16 punti, 11 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero, 1 stoppata. Sponda Celtics, A. Bradley piazza 27 punti (10/18 dal campo, 3/6 da 3 punti, 4/4 ai liberi), 3 rimbalzi, 1 assist, 4 recuperi mentre I. Thomas lo supporta con altrettanti 27 punti, 3 rimbalzi, 7 assist; A. Horford aggiunge 20 punti (8/12 dal campo, 2/4 da 3 punti, 2/2 ai liberi), 6 rimbalzi, 3 assist, 1 stoppata e J. Crowder va in doppia cifra con 10 punti, 7 rimbalzi e 8 assist.

I San Antonio Spurs distruggono Houston e volano in finale di Conference ! l’assenza di Leonard e Parker non ferma gli Spurs; LaMarcus Aldridge gioca una partita da superstar

I San Antonio Spurs si sono guadagnati la 10ª finale di Conference dell’era Popovich vincendo gara -6 a Houston contro i Rockets con il punteggio di 114-75. Gara-1 contro Golden State sarà domenica alle 21:30 italiane. Oltre all’ormai nota assenza di T. Parker, l’altro assente di lusso nelle file degli ospiti è K. Leonard (causa infortunio). Gli Spurs tirano con il 53% dal campo mandando tutto il quintetto iniziale in doppia cifra e surclassando gli avversari a rimbalzo 60-37; all’intervallo lungo sono già avanti di 19 punti (61-42). Il 27-11 del quarto periodo è addirittura umiliante. LaMarcus Aldridge piazza una prestazione da vera superstar nel momento decisivo della stagione con una doppia doppia da 34 punti (16/26 dal campo), 12 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero; J. Simmons aggiunge 18 punti (8/12 dal campo) mentre P. Mills referta 14 punti (6/10 dal campo), 3 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero; doppie doppie di P. Gasol con 10 punti (5/11 dal campo), 11 rimbalzi, 5 assist, 3 stoppate e dalla panchina di D. Murray (5/10 dal campo), 10 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi, 1 stoppata. I Rockets falliscono clamorosamente nel momento decisivo della stagione non riuscendo a fare meglio del 28% dal campo con un Harden inguardabile che chiude con il misero bottino di 10 punti (2/11 dal campo), 3 rimbalzi, 7 assist, 1 recuperi, 1 stoppata, 6 palle perse e 6 falli (esce per falli). Si salva il solo T. Ariza con 20 punti (6/12 dal campo, 5/8 da 3 punti, 3/3 ai liberi), 5 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero. San Antonio è in festa, Houston è all’inferno.

Boston batte Washington e vola sul 3-2 ! A. Bradley ne segna 25 nel primo tempo

I Boston Celtics battono facilmente i Washington Wizards in gara -5 con il punteggio di 123-101 portandosi avanti 3-2 nella serie che adesso si sposta a Washington. I Wizards tirano con il 53% dal campo con un A. Bradley capace di 29 punti (12/19 dal campo, 4/7 da 3 punti, 25 punti nel primo tempo), 6 rimbalzi, 3 assist mentre A. Horford aggiunge 19 punti (8/9 dal campo, 3/4 da 3 punti), 6 rimbalzi, 7 assist, 3 stoppate. I Wizards rispondono con i 21 punti (7/17 dal campo, 2/3 da 3 punti, 5/5 ai liberi), 4 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero, 2 stoppate di J. Wall.

San Antonio vince all’overtime e conduce 3-2 la serie ! Sulla sirena Ginobili stoppa un Harden da tripla doppia

I San Antonio Spurs vincono all’overtime gara -5 casalinga contro Houston con il punteggio di 110-107 (9-6 l’overtime) e passano a condurre la serie sul 3-2. Houston scende in campo senza Nene (fuori per il resto dei playoffs per uno strappo all’adduttore sinistro). Gli ultimi possessi del tempo regolamentare, per usare un eufemismo, sono quantomeno rivedibili; Harden e Mills effettuano scelte sbagliate con quest’ultimo che piazza il canestro della vittoria ma un attimo dopo la sirena finale. Nel supplementare continua il momento no di Harden che risulta a tratti irritante con 0 punti, 3 palle perse, 0/3 al tiro. Sulla sirena e sul +3 Spurs, arriva la stoppata decisiva di Ginobili  proprio su Harden che impedisce il tiro del possibile pareggio. Gara con molti errori e con percentuali basse che mettono in evidenza i limiti tecnici delle due franchigie. Ora la serie torna a Houston per gara -6. San Antonio Spurs: K. Leonard 22 punti, 15 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi, 2 stoppate; P. Mills 20 punti; L. Aldridge 18 punti, 14 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero; D. Green 16 punti (4/8 da 3 punti); M. Ginobili 12 punti, 7 rimbalzi, 5 assist, 1 stoppata; J. Simmons 12 punti. Houston Rockets: J. Harden 33 punti (11/24 dal campo, 4/15 da 3 punti, 7/8 ai liberi), 10 rimbalzi, 10 assist, 1 recupero, 1 stoppata, 9 palle perse; P. Beverley 20 punti (6/10 dal campo, 5/7 da 3 punti, 3/3 ai liberi); R. Anderson 19 punti (7/11 dal campo, 3/6 da 3 punti), 7 rimbalzi, 1 assist.

I Warriors volano in finale di Conference dopo il 4-0 ai Jazz ! trentello di Curry e tripla doppia di Green

I Golden State Warriors vanno in finale di Western Conference dopo aver battuto per 4-0 i Jazz. Gara -4 finisce 121-95 a favore degli ospiti che tirano con il 51% dal campo e l’89% ai liberi (24/27). I Warriors inizieranno la finale domenica se San Antonio e Houston vanno a gara-6 o martedì se vanno a gara-7. Per la prima volta nella storia della NBA 2 squadre(Cleveland e Golden State) iniziano sull’ 8-0. S. Curry segna il trentello (9/15 dal campo, 4/10 da 3 punti, 8/8 ai liberi), 5 rimbalzi, 7 assist, 1 stoppata; K. Thompson aggiunge 21 punti (9/16 dal campo); K. Durant piazza 18 punti (7/14 dal campo, 2/4 da 3 punti),  6 rimbalzi, 5 assist mentre D. Green referta una tripla doppia da 17 punti (5/11 dal campo, 3/5 da 3 punti, 4/4 ai liberi), 10 rimbalzi, 11 assist, 2 recuperi. Dalla panchina arrivano i 12 punti di J. McGee (5/6 dal campo). Sponda Jazz, da registrare i 25 punti (4/7 da 3 punti, 5/6 ai liberi), 5 rimbalzi, 3 assist, 2 recuperi di G. Hayward.

Houston riacciuffa la serie ! Harden trascinatore nel 2-2 contro San Antonio

Gli Houston Rockets vincono gara -4 contro i San Antonio Spurs con il netto punteggio di 125-104 pareggiando la serie sul 2-2 che adesso torna in quel di San Antonio. I Rockets tirano con il 52% dal campo con 7 uomini in doppia cifra, piazzando l’allungo decisivo nel terzo periodo. J. Harden è il trascinatore che mette a referto una doppia doppia da 28 punti (10/18 dal campo, 5 rimbalzi, 12 assist, 2 recuperi, 4 palle perse mentre dalla panchina E. Gordon aggiunge 22 punti (8/13 dal campo, 6/9 da 3 punti). Bella prova anche per T. Ariza con 16 punti (7/9 dal campo, 2/3 da 3 punti), 6 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi. I San Antonio Spurs non vanno oltre i 17 punti dalla panchina di J. Simmons (6/12 dal campo) e i 16 punti a testa di L. Aldridge e K. Leonard rispettivamente con (7/13 dal campo e 7/14 dal campo).