Crea sito

Washington travolge Boston pareggiando la serie 2-2 con la coppia Wall-Beal !

I Washington Wizards vincono gara -4 contro Boston con il netto punteggio di 121-102 pareggiando la serie sul 2-2. I Wizards tirano con il 52% dal campo e l’89% ai liberi (24/27). Decisivo è il terzo periodo dove i padroni di casa travolgono i Celtics con un parziale favorevole da 42-20 portandosi sul +22. B. Beal segna 29 punti (11/16 dal campo, 3/6 da 3 punti, 4/4 ai liberi) mentre J. Wall sforna una doppia doppia da 27 punti (9/9 ai liberi), 3 rimbalzi, 12 assist, 5 recuperi, 1 stoppata, 7 palle perse. Belle prove anche per O. Porter Jr. con 18 punti (7/9 dal campo), 8 rimbalzi, 2 assist, 4 recuperi e per M. Morris con 16 punti (2/4 da 3 punti, 4/4 ai liberi), 10 rimbalzi, 5 assist, 3 recuperi. Dalla panchina arrivano anche i 13 punti di B. Bogdanovic (5/7 dal campo). Sponda Celtics, il migliore è I. Thomas con 19 punti (7/14 dal campo, 5/6 da 3 punti), 1 rimbalzo, 5 assist, 2 recuperi, 1 stoppata, 6 palle perse. Ora la serie si sposta a Boston per gara -5.

Cleveland è in finale di Eastern Conference ! L. James e K. Irving chiudono la serie contro Toronto 4-0

I Cleveland Cavaliers vanno in finale di Eastern Conference avendo vinto anche gara -4 contro i Toronto Raptors con il punteggio di 109-102. Sponda Raptors, Kyle Lowry non è della partita causa infortunio. Cleveland diventa così la prima squadra della storia a cominciare i playoffs NBA con 8 vittorie su 8 per due anni di fila . I Cavs saranno a riposo almeno fino a lunedì 15 maggio o fino a mercoledì 17 se Boston e Washington andranno a gara-7. LeBron James piazza 35 punti (11/22 dal campo, 5/12 da 3 punti, 8/9 da campo), 9 rimbalzi, 6 assist, 1 stoppata, 6 palle perse mentre K. Irving aggiunge 27 punti (10/24 dal campo, 2/6 da 3 punti, 5/5 ai liberi), 5 rimbalzi, 9 assist, 4 recuperi, 1 stoppata. Dalla panchina sono fondamentali i 18 punti (6/8 dal campo, 4/6 da 3 punti, 2/2 ai liberi), 5 rimbalzi, 1 assist, 1 stoppata di K. Korver e i 10 punti (4/5 dal campo, 2/3 da 3 punti) di C. Frye.

K. Durant trascina i Warriors sul 3-0 !

I Golden State Warriors battono i Jazz 102-91 e conducono la serie con il punteggio di 3-0. Gli Utah Jazz devono rinunciare ancora a George Hill. Il quarto periodo risulta decisivo per la vittoria finale con un parziale di 30-21 a favore degli ospiti che vengono trascinati da un grandissimo K. Durant capace di una doppia doppia da 38 punti (15/26 dal campo, 4/8 da 3 punti, 4/4 ai liberi), 13 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero, 1 stoppata mentre S. Curry aggiunge 23 punti (8/9 ai liberi), 5 rimbalzi, 4 assist. Utah manda tutto il quintetto iniziale in doppia cifra capitanato dai 29 punti di G. Hayward (13/14 ai liberi) e dai 21 punti di R. Gobert (7/8 dal campo), 15 rimbalzi, 4 assist, 2 stoppate.

San Antonio che cuore ! gli Spurs vincono a Houston e passano a condurre la serie sul 2-1

I San Antonio Spurs vincono una partita fondamentale a Houston con il punteggio di 103-92 e passano a condurre la serie sul 2-1. L’infortunio di Parker non sembra aver scosso più di tanto i ragazzi di coach Popovich che partono con D. Murray in quintetto (opaca la sua prova con soli 2 punti a referto e 1/5 dal campo in 14′ di gioco). L. Aldridge referta 26 punti (12/20 dal campo), 7 rimbalzi, 2 assist, 4 stoppate mentre K. Leonard lo emula con altrettanti 26 punti (9/20 dal campo, 2/3 da 3 punti, 6/8 ai liberi), 10 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero. Dalla panchina arrivano i 15 punti, 5 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi di P. Mills. I Rockets tirano con appena il 36% dal campo trovando uno spento N. Hilario che dalla panchina fa 0/5 dal campo con 1 punto sul tabellino mentre pesano tantissimo anche lo 0/4 dal campo di R. Anderson con appena 2 punti a referto e il 3/13 dal campo di P. Beverley con soli 8 punti segnati. J. Harden gioca praticamente da solo chiudendo la serata con 43 punti (14/28 dal campo, 5/13 da 3 punti, 10/11 ai liberi), 2 rimbalzi, 5 assist, 3 recuperi, 5 palle perse supportato dai 17 punti, 5 rimbalzi, 5 assist di T. Ariza e dalla doppia doppia da 12 punti (6/9 dal campo), 16 rimbalzi, 3 assist, 5 stoppate di C. Capela. Gara -4 sarà ancora a Houston. Ecco i parziali di gara (21-19 Houston), (18-24 San Antonio), (27-29 San Antonio), (26-31 San Antonio). La storia degli Spurs ci racconta di come sia una franchigia che non si arrende mai anche di fronte a difficoltà che sembrano insormontabili. Vedremo se i Rockets, dopo questa brutta batosta, riusciranno a risollevarsi e se avranno la forza mentale di portale la serie almeno a gara -6 o addirittura ad una ipotetica gara -7 che avrebbe davvero il sapore dell’epica battaglia finale.

Cleveland domina anche gara 3 ! LeBron James è inarrestabile

I Cleveland Cavaliers vincono anche gara -3 contro Toronto con il punteggio di 115-94 e si portano 3-0 nella serie ipotecando di fatto il passaggio del turno poichè mai nessuno nella storia NBA ha recuperato dal 3-0. I Cavs tirano con il 51% dal campo, il 56% da 3 punti (13/23) e l’85% ai liberi (24/28). A 12′ dalla sirena finale Cleveland conduce 79-77 ma è nel quarto periodo che i ragazzi di coach T. Lue danno il meglio di se con un parziale definitivo da 36-17 che mette fine alle speranze dei padroni di casa. LeBron James è ancora il dominatore della serata con 35 punti (9/16 dal campo, 2/4 da 3 punti, 15/16 ai liberi), 8 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero, 5 palle perse (nei playoffs viaggia a 34,3 di media col 56,6% dal campo e 48,6% da 3). K. Love aggiunge 16 punti (6/9 dal campo), 13 rimbalzi, 1 stoppata; K. Irving piazza 16 punti, 5 rimbalzi, 4 assist mentre dalla panchina sono fondamentali i 14 punti (5/7 dal campo, 4/6 da 3 punti) di K. Korver. Dall’altra parte si fa sentire l’assenza di K. Lowry causa infortunio così D. DeRozan prova a giocare da solo mettendo su una prestazione da 37 punti (12/23 dal campo, 13/13 ai liberi), 2 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi con J. Valanciunas che aggiunge 19 punti (8/10 dal campo) conditi da 8 rimbalzi. L’11% da 3 punti (2/18) dei Raptors è davvero poco per pensare di impensierire gli avversari. Toronto alza dunque bandiera bianca davanti allo strapotere del “Re” e della sua corte.

Washington a valanga su Boston ! I Warriors volano sul 2-0 contro i Jazz

I Washington Wizards accorciano la serie sul 2-1 vincendo nettamente la casalinga gara -3 contro Boston con il punteggio di 116-89. La partita è in ghiaccio già dopo il primo quarto vinto dai padroni di casa grazie ad un parziale di 39-17. Washington manda tutto il quintetto iniziale in doppia cifra capitanato da un J. Wall capace di 24 punti (9/10 ai liberi), 1 rimbalzo, 8 assist, 3 recuperi, 1 stoppata. Belle prove anche per O. Porter Jr. con 19 punti (8/13 dal campo), 8 rimbalzi, 2 assist, 3 recuperi e per M. Gortat con 13 punti (6/12 dal campo), 16 rimbalzi, 2 assist, 1 stoppata. I Celtics non vanno oltre i 16 punti di A. Horford (5/8 dal campo, 4/5 da 3 punti). Boston, dopo l’intervallo lungo, è rientrata sul parquet senza Isaiah Thomas, uscito dagli spogliatoi circa un minuto dopo l’inizio del gioco. Kelly Oubre di Washington è stato espulso dopo uno spintone a Kelly Olynyk. Gara -4 sarà ancora a Washington. I Golden State Warriors comandano 2-0 la serie contro Utah avendo vinto nettamente la casalinga gara -2 con il punteggio di 115-104. George Hill (Utah) salta la gara ufficialmente a causa di un dolore all’alluce sinistro. La partita è già indirizzata dopo il primo quarto chiuso avanti dai padroni di casa con il punteggio di 33-15. K. Durant piazza una doppia doppia da 25 punti (6/13 dal campo, 13/15 ai liberi), 11 rimbalzi, 7 assist, 1 recupero, 1 stoppata; S. Curry mette a referto 23 punti (8/15 dal campo, 5/8 da 3 punti, 2/2 ai liberi), 4 rimbalzi, 7 assist, 2 recuperi; D. Green aggiunge 21 punti (7/13 dal campo, 5/8 da 3 punti), 7 rimbalzi, 6 assist, 4 recuperi, 1 stoppata mentre K. Thompson infila 14 punti (6/13 dal campo, 2/4 da 3 punti), 6 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi; dalla panchina doppia cifra anche per A. Iguodala con 10 punti, 5 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero, 1 stoppata. Sponda jazz in evidenza G. Hayward con 33 punti (11/21 dal campo, 8/9 ai liberi), 5 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero e R. Gobert con 16 punti (8/12 dal campo), 16 rimbalzi, 1 recupero, 1 stoppata. La serie ora si trasferisce a Salt Lake City.

Breaking news: Stagione finita per Tony Parker !

Brutte notizie per quanto riguarda Tony Parker dei San Antonio Spurs: per lui i playoffs sono finiti e sarà necessaria l’operazione al ginocchio sinistro infortunato la scorsa notte in gara -2 contro Houston. Il sostituto del 34enne francese che in questa postseason  aveva una media di 15.9 punti e 3.1 assist sarà Patty Mills. Le chance di passaggio del turno dei ragazzi di coach Popovich adesso sono fortemente in ribasso.

San Antonio pareggia i conti con Houston ! T. Parker va ko: per lui si teme un grave infortunio al ginocchio

I San Antonio Spurs pareggiano la serie sull’1-1 vincendo nettamente gara -2 delle semifinali di Western Conference contro i Rokets con il punteggio di 121-96. Sconcertante quarto periodo di Houston che a 12′ dalla sirena finale si trova sotto di soli 5 punti (88-83) ma che subisce un parziale di 30-5 nei successivi 10′ di gara. La vittoria dei padroni di casa resta però una vittoria dal sapore amaro visto l’infortunio al ginocchio sinistro capitato a T. Parker nel corso del 4° periodo che lo ha costretto a lasciare il campo accompagnato a braccia dai compagni senza poter appoggiare il piede a terra. Parker verrà sottoposto nella giornata di oggi a risonanza magnetica per capire l’entità dell’infortunio. Ovvio che se la serie dovesse perdere un protagonista di questo calibro, le chance di passaggio del turno in casa Spurs potrebbero calare vertiginosamente. I San Antonio Spurs tirano con il 54% dal campo e l’89% ai liberi (16/18) trascinati da un sublime K. Leonard capace di 34 (13/16 dal campo, 3/4 da 3 punti, 5/5 ai liberi), 7 rimbalzi, 8 assist, 3 recuperi, 1 stoppata mentre T. Parker fino al momento dell’uscita dal campo aveva contribuito con 18 punti (8/13 dal campo, 2/2 da 3 punti), 3 rimbalzi, 4 assist, 1 recupero. Sponda Rockets, è una serataccia al tiro per J. Harden che chiude con 13 punti (3/17 dal campo), 7 rimbalzi, 10 assist, 2 recuperi come per T. Ariza che finisce con soli 2 punti a referto (1/5 dal campo) in 33′ di gioco. Ora la serie si sposta a Houston per le prossime 2 partite.

Cleveland domina anche gara 2 ! Uno straripante LeBron James scavalca Kareem Abdul-Jabbar

I Cleveland Cavaliers si portano avanti 2-0 nella serie dominando anche gara -2 delle semifinali di Eastern Conference vincendo con il punteggio di 125-103 contro i Toronto Raptors. I Cavs tirano con il 54% dal campo e il 54% da 3 punti (18/33). Un LeBron James assolutamente straripante domina la partita mettendo a segno 39 punti (10/14 dal campo, 4/6 da 3 punti, 15/21 ai liberi), 6 rimbalzi, 4 assist, 3 recuperi, 2 stoppate, diventando così il secondo giocatore di sempre ad aver segnato più punti nei playoffs NBA secondo solo a Michael Jordan. K. Irving aggiunge una doppia doppia da 22 punti (3/6 da 3 punti, 7/7 ai liberi), 11 assist, 2 recuperi mentre dalla panchina C. Frye e I. Shumpert piazzano rispettivamente 18 punti (6/9 dal campo, 5/7 da 3 punti), 5 rimbalzi, 1 assist e 14 punti (6/8 dal campo), 6 rimbalzi, 1 assist. I Raptors trovano sostanza dalla panchina con i 23 punti di J. Valanciunas (10/13 dal campo) e i 22 punti di C. Joseph (9/14 dal campo, 2/3 da 3 punti), 6 rimbalzi, 1 assist, 1 recupero, 1 stoppata. K. Lowry aggiunge 20 punti (7/12 dal campo, 2/2 da 3 punti, 4/5 ai liberi) e S. Ibaka 16 (7/14 dal campo). Ora si vola a Toronto per giocare le prossime 2 partite che potrebbero già mettere fine alla serie.

Tutto facile per Golden State ! I Warriors vincono in scioltezza contro i Jazz

Tutto troppo facile per i Golden State Warriors che vincono in scioltezza gara -1 delle semifinali di Western Conference contro gli Utah Jazz con il punteggio di 106-94. I Warriors mandano tutto il quintetto iniziale in doppia cifra capitanato dai 22 punti di S. Curry (7/11 dal campo, 7/7 ai liberi), 7 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero e dalla solida prestazione di D. Green da 17 punti (5/10 dal campo), 8 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi, 2 stoppate mentre K. Durant aggiunge altri 17 punti. I Jazz non vanno oltre i 13 punti di R. Gobert (5/7 dal campo), 8 rimbalzi, 3 assist, 1 recupero, 2 stoppate. Vedremo se in gara -2 ci sarà qualche tipo di reazione da parte degli ospiti che ad oggi sembrano destinati ad un sonoro cappotto.